Passa al contenuto

Linea di partenza - Serie RacePanel con Mark Chisnell: parte 2

Non solo un semplice aggiornamento del software, ma piuttosto un'era completamente nuova. B&G porta il software tattico dell'America's Cup sul chartplotter per niente umile. In questo articolo vengono esaminati gli strumenti forniti nel software della linea di partenza.

La parte più importante della gara

La partenza può essere una delle parti più importanti della gara, e talvolta la più importante. È fondamentale che l'inizio sia buono tatticamente, strategicamente ma anche nell'esecuzione. Il software RacePanel fornito dai chartplotter delle serie Zeus e Vulcan consente di svolgere tutte queste attività. 

• Sviluppare una strategia per la prima tratta.

• Trovare il posto giusto sulla linea per iniziare.

• Tagliare il via alla massima velocità, allo sparo e procedere nel modo giusto.

 Semplificherà la nostra visione del software se ci occupiamo di questi compiti separatamente. Per prima cosa, diamo un'occhiata alla strategia generale per la rotta: ad esempio se c'è un notevole vantaggio in termini di corrente o vento su un lato della tratta. Molte decisioni strategiche diventano più semplici quando è possibile vedere la linea di partenza posizionata chiaramente sulla carta. Il sistema segnala tutti i tipi di elementi importanti, come una differenza di profondità dell'acqua (e quindi della corrente) da un'estremità all'altra oppure la forma della terra potrebbe suggerire variazioni geografiche del vento.

Fortunatamente, il chartplotter Vulcan o Zeus consente di visualizzare la linea di partenza sulla carta, in modo da ottenere il massimo dai possibili vantaggi geografici e iniziare a pensare alla strategia per la prima tratta.

Impostazione della linea

Se c'è un grande vantaggio strategico in un lato della tratta, può essere utile iniziare da quel punto e procedere nel modo giusto non appena possibile. Ma in caso contrario, allora la maggior parte delle volte partire sopravento o sottovento è una decisione che dipende da quello che viene chiamato l'allineamento alla linea; trovare la fine della linea che è più vicina (partenze sopravento) o più lontana (per le partenze sottovento) dalla direzione da cui soffia il vento.

 

Prima che il chartplotter possa calcolare l'allineamento alla linea, il sistema deve sapere dove si trova la linea di partenza. Questa operazione può essere eseguita in diversi modi, impostando singolarmente i limiti di sinistra e dritta tramite:

 

• Un "ping" verso la posizione corrente dello yacht

• Impostazione alla posizione del waypoint (utilizzando un waypoint dalla carta e/o dall'elenco dei waypoint)

• Impostazione alla posizione del cursore sulla carta

• Impostazione di un'estremità come distanza e direzione rispetto all'altra

• E infine "forzare" un'estremità della linea verso l'alto o verso il basso per effettuare piccole regolazioni

Dati della linea di partenza

Una volta impostata la linea, quando si passa alla schermata Linea Partenza - Data, viene visualizzato quanto segue:

Qui sono disponibili molte informazioni utili, ma il numero a cui siamo interessati al momento si trova nell'angolo in basso a sinistra, l'allineamento. In questo esempio, indica sei gradi. Cosa significa?

Immagina di dover eseguire questa operazione in modo tradizionale, con una bussola da rilevamento e alcuni conti a mente. Iniziamo a orientarci lungo la linea. Quindi, se ci si orienta con il limite di dritta, si aggiungerebbero 90 gradi alla linea di orientamento. Oppure, se ci si orienta con il limite di sinistra, si sottraggono 90 gradi.

Il valore di tale somma semplice è quello che si chiama direzione del vento della linea del neutro. È la direzione del vento che è completamente quadrata rispetto alla linea, ad es. non c'è alcun vantaggio a iniziare da un limite o dall'altro. Se il vento viene da questa direzione, viene favorito il limite di dritta, in caso contrario viene favorito il limite di sinistra.

Nel nostro esempio con un allineamento alla linea di 6 gradi, significa che il limite di sinistra è prefissato di 6 gradi. Sappiamo che si tratta del limite di sinistra perché il widget della linea di partenza al centro dello schermo ha la freccia rivolta verso il limite di sinistra.

Osservando il numero nell'angolo in basso a destra è possibile vedere che il valore di Bias Adv (Vantaggio allineamento) è ora di 22,9 m. Quindi, chi inizia al limite di dritta della linea si troverà a circa 23 m di distanza dal segnale di sopravento rispetto a chi inizia al limite di sinistra, e questo è sicuramente un vantaggio che vale la pena avere.

 

Avvertenza: i salti del vento modificheranno questo valore e potenzialmente avvantaggeranno l'altro limite della linea. È importante tenere d'occhio i salti, il chartplotter dispone di strumenti che ci aiuteranno a raggiungere questo obiettivo più avanti nella serie.

Zero Burn

Ora che sappiamo da quale parte della linea partire, dobbiamo solo farlo allo sparo a piena velocità! Quando si tratta di tagliare il via in velocità, la schermata più utile è la Linea Partenza – Grafico, mostrata qui. Questo numero è uguale a quello della schermata Linea Partenza - Data, ma fornisce alcuni riferimenti visivi molto importanti. Si noti che il vantaggio dell'allineamento e la distanza dietro la linea sono ora visualizzati in lunghezze dell'imbarcazione.

Quella principale visualizzata nell'illustrazione è la linea Zero Burn. Si tratta della linea che indica che non è rimasto tempo per "bruciare". In altre parole, quando l'imbarcazione virtuale appare su questa linea, se stai navigando a piena velocità e continui a navigare in piano, sarai in tempo sulla linea: non c'è più tempo da perdere/bruciare!

Tabelle polari

Per calcolare con precisione la posizione della linea Zero Burn, l'app Start richiede una tabella Polar o Performance accurata. Se non ne possiedi una per l'imbarcazione, parlane con il produttore o il progettista. Se non hai accesso a una serie di Polare, puoi utilizzare la tabella Bersagli per inserire le informazioni di base: in Settings > Cartografia > Laylines. Una volta immessi i dati, il chartplotter conosce la velocità dell'imbarcazione nella velocità del vento pertinente e all'angolo del vento corrispondente verso la linea. Inoltre, si tratta di un semplice calcolo del tempo e della distanza per visualizzare la linea Zero Burn.

Il modo per utilizzare la linea Zero Burn è sull'approccio finale alla linea. L'imbarcazione reale deve raggiungere la massima velocità attraverso l'acqua, proprio come la linea Zero Burn raggiunge l'imbarcazione virtuale sullo schermo. Il cervello umano è in grado di valutare velocità e accelerazioni diverse di due oggetti (altrimenti ci scontreremmo molto di più su marciapiedi affollati, per non parlare degli incidenti agli incroci autostradali), ma la parte su cui dovrai esercitarti è comunicare le regolazioni di velocità richiesti al timoniere e ai trimmer.

Si tratta di un'attività su cui ci siamo esercitati molto durante la formazione per le prime fasi dell'America's Cup, ma con un po' di pratica e una chiara linea di comunicazione, ti accorgerai che la linea Zero Burn è uno strumento davvero utile.

Consigli e suggerimenti per i componenti elettronici B&G